Progetta un sito come questo con WordPress.com
Comincia

Jennifer Lawrence in Causeway torna alle origini in un dramma su misura per lei (recensione)

Jennifer Lawrence in Causeway torna a fare ciò in cui riesce meglio: calarsi anima e corpo in un ruolo drammatico. Dodici anni dopo il suo exploit con Un gelido Inverno, in cui allora ventenne riceveva la sua prima candidatura all’Oscar, la star di Don’t Look Up non poteva assicurarsi un film migliore per ricordare a Hollywood il suo talento cristallino.

Jennifer Lawrence in Causeway é un ex soldato di nome Lynsey, di ritorno dall’Afghanistan con danni fisici e psicologici. Un’esplosione ha colpito il suo automezzo mentre si trovava in missione, facendola saltare in aria; Lynsey ha riportato una lesione celebrale che la costringe a sottoporsi periodicamente a dei controlli.

Il ritorno a casa della giovane é fin da subito traumatico: la regista Lila Neugebauer, al suo debutto dietro la macchina da presa, sceglie di riprendere la prima scena di Lynsey di spalle, come fosse un burattino nelle mani di Sharon, un’infermiera che la aiuterà nelle prime fasi del recupero fisico.

Una volta tornata nella sua città natale, nella sua casa dove dovrebbe sentirsi al sicuro, la giovane si sente, invece, fin da subito in una prigione; complice una madre poco attenta, un fratello dietro le sbarre, Lynsey a fatica riesce a riprendere in mano la sua vita, finché trova un diversivo, un lavoro come addetta alle pulizie delle piscine residenziali. Un giorno conosce Aucoin, detto James (Brian Tyree Henry), un giovane di colore che come lei si porta ancora le cicatrici dei suoi traumi irrisolti sulla sua pelle.

Tra loro nasce un legame, un’amicizia che permette loro di andare avanti. Si confidano, si aiutano a vicenda, cercando di rispettare l’uno lo spazio personale dell’altro. Per Lynsey é difficile lasciarsi andare e affezionarsi a qualcuno; specialmente quando il suo desiderio più grande é quello di fuggire da una realtà che le é scomoda, per tornare invece, in missione.

Con Causeway, Lila Neugebauer costruisce un dramma su misura per Jennifer Lawrence, che ritrova la sua miglior forma, trascinando lo spettatore nella sofferenza del suo personaggio. Il film è anche una riflessione sui traumi riportati da tanti giovani che tornano a casa dopo aver vissuto sulla propria pelle la guerra.

Causeway è un film intenso, dal ritmo lento e inesorabile che racconta una storia americana. La pellicola ideale che potrebbe dare alla Lawrence la sua quinta candidatura all’Oscar.

Articolo originale su: https://www.optimagazine.com/2022/10/16/jennifer-lawrence-in-causeway-torna-alle-origini-in-un-dramma-su-misura-per-lei-recensione/2438584

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: